Lorenzo Suraci

Lorenzo Suraci - Patron di RTL 102.5

Lorenzo Suraci

è nato a Vibo Valentia il 22 luglio 1951. E’ sposato e ha due figli. A 19 anni, con la famiglia, si trasferisce a Bergamo. Il padre, che lo vuole Ingegnere, lo manda a studiare al politecnico di Milano, ma dopo soli 8 mesi Lorenzo decide di seguire la sua vocazione: l’amore per la musica e lo spettacolo lo riportano in Calabria, dove cresce come imprenditore teatrale a fianco di un grande professionista del settore, Filippo Minnicelli. L’esperienza maturata in quegli anni e le spiccate doti imprenditoriali lo portano ad acquistare una piccola radio di Bergamo, Rtl. In pochissimo tempo, della radio si innamora: prima espande il segnale di Rtl al Nord Italia e poi, grazie all’idea dell’isofrequenza nazionale (102.5 Mhz), raggiunge il resto del territorio italiano.

RTL 102.5 – Oggi

Oggi, RTL 102.5 è la radio più ascoltata d’Italia, con i suoi oltre 7 milioni di ascoltatori al giorno e una serie di primati: prima radio privata a creare una propria redazione giornalistica (oggi formata da oltre 10 professionisti, tra le sedi di Milano e di Roma, e una rete di oltre 100 corrispondenti da tutto il mondo, per 24 edizioni di Giornale Orario, una ogni ora); pr20110727073519!Logo-RTLima radio ufficiale di Milan, Inter, Juve e Parma, del Giro d’Italia e dei Mondiali di Ciclismo e di Sci; prima radio privata a trasmettere in diretta concerti storici (come gli U2 a Sarajevo) e partite della Nazionale Italiana agli Europei di calcio (2004 e 2008); prima radio privata italiana ad acquistare i diritti per un Mondiale di Calcio FIFA (Sudafrica 2010), operazione ripetuta con gli Europei nel 2012. Con RTL 102.5, Suraci ha vinto parecchi Telegatti e molti premi giornalistici.

Lorenzo Suraci e la Radiovisione di RTL 102.5

Parallelamente alla radio, a partire dal 2001, Lorenzo Suraci dà vita alla Radiovisione. Un progetto multipiattaforma e multimediale unico, nel panorama televisivo italiano e mondiale, che consente, contemporaneamente, di guardare Radiovisione attraverso tutti i mezzi di comunicazione digitali esistenti, quali, ad esempio: televisione (canale 750 di SKY/LCN 36 del DVB-T); WEB (www.rtl.it); Smartphones; Tablet; ecc…. In DIRETTA ogni giorni, 24 ore su 24, con 24 edizioni giornaliere di News (Giornale Orario) e spazi dedicati all’ informazione sul traffico stradale ed autostradale (28 edizioni al giorno), Radiovisione trasmette programmi, interamente autoprodotti, dedicati non solo all’informazione, ma anche allo sport, cultura, costume, intrattenimento e musica, con dibattiti e talk show che creano una costante interattività con il pubblico.